PRENOTA LA TUA VISITA (+39) 06 86 08 494 oppure (+39) 331 9532883
Voi siete qui: Home Chirurgia Estetica Corpo Scopri tutti i trattamenti

Chirurgia intima femminile

L'apprezzamento della bellezza e la cura del proprio corpo unito al prolungamento della vita sessuale hanno determinato negli ultimi anni un aumento delle richieste per il miglioramento dei genitali esterni nella donna. Infatti, i genitali femminili possono essere corretti e migliorati in modo significativo in caso di dismorfie o di modificazioni dell'aspetto dovute a gravidanze o al passare del tempo.

Come funziona?

Con il passare del tempo anche l'anatomia dell'area genitale muta: il monte di venere diventa più grasso, le grandi labbra tendono ad afflosciarsi e le piccole ed allungarsi; inoltre a seguito del parto, soprattutto se plurimi, la muscolatura vaginale perde tono e l'atto sessuale può perdere un po' della sua "magia".
Gli interventi nell’area genitale femminile possono essere effettuati in anestesia locale, associando eventualmente una blanda sedazione in regime di day surgery senza degenza notturna.

• Labiaplastica: è il più richiesto intervento per i genitali femminili. La riduzione delle piccole labbra viene eseguita per fini estetici o per ridurre i disagi dovuti all’eccessive dimensioni in alcune attività sportive (equitazione, ciclismo) e nel rapporto sessuale. L’intervento è semplice, rapido e si esegue in anestesia locale. Attraverso una piccola incisione, che non lascerà tracce, si eliminano le eccedenze e si armonizzano i margini della mucosa. I risultati sono permanenti. L’attività sessuale può riprendere normalmente dopo 4 settimane.

• Rimodellamento del pube: quando il grasso si concentra nella regione pubica crea un evidente dislivello rispetto all’addome, si può provvedere con una liposcultura ad aspirare il grasso in eccesso in corrispondenza del monte di Venere. Il pube ritroverà così un profilo più armonioso e sensuale. Spesso tale accorgimento viene realizzato simultaneamente alla liposuzione dell’addome, oppure, può essere associato alla riduzione delle piccole labbra.

• Lipofilling labbra vaginali: quando si riscontra un’atrofia ed una flaccidità il lipofilling è una tecnica efficace nel migliorare l'aspetto delle piccole e grandi labbra vaginali. Viene praticata una micro-liposuzione in quelle zone con maggior presenza di cellule adipose (come monte di Venere, pancia, cosce o fianchi) e successivamente viene trasferito il grasso prelevato ove necessario.

• Cosmetic Vaginal tightening: lo scopo del restringimento della vagina è quello di incrementare la sensibilità durante l’atto sessuale, specialmente in donne che abbiano già partorito. In Italia, al momento del parto, circa il 60-70% delle donne sono sottoposte ad episiotomia. L’episiotomia è l’incisione chirurgica della pelle e dei muscoli del perineo nella parte posteriore della vagina che viene praticata quasi di routine durante il primo parto, per prevenire danni al neonato e lacerazioni maggiori che sarebbero difficili da suturare. La chirurgia plastica può intervenire anche in questo caso, correggendo sia la cicatrice (asportando il tessuto danneggiato) sia per riportare a condizioni normali l’apertura della vagina. Molto spesso, infatti, in seguito al parto e all’episiotomia (ma anche all’età), l’apertura può risultare ingrandita o asimmetrica. L’intervento viene effettuato restringendo la parte terminale della vagina e l’orifizio esterno. Anche in questo caso è possibile l’associazione con riduzione delle piccole labbra o con la liposuzione del pube. I rapporti sessuali possono essere ripresi dopo 6 settimane.

Periodo postoperatorio:


SCHEMA RIEPILOGATIVO SULL'INTERVENTO



© 2013 Chirurgia Estetica Dalmazia Srl. All rights reserved - P.IVA 1249444104

SEGUICI SU Facebook